LUMI Expo, uno sguardo su tecnologie e scenari per smart city e smart building

Convegno Lumiexpo

Ecco come l’innovazione tecnologica, l’IoT e i Big Data stanno cambiando gli edifici, le città e la loro gestione

Intelligente, connessa, ad alta efficienza energetica e sicura, grazie all’integrazione delle tecnologie più innovative, all’IoT e ai Big Data: questa è l’identità della smart city del futuro (ma che già si sta concretizzando in molti esempi di successo) emersa a LUMI Expo, la mostra convegno dedicata alla digital transformation e alle tecnologie per l’ambiente costruito svoltasi il 21 e 22 novembre a BolognaFiere.

Molti i convegni e i momenti formativi indipendenti, insieme ai laboratori e alle aree speciali, che hanno caratterizzato l’evento e che hanno permesso di fare il punto sulle innovazioni tecnologiche, gli scenari e i trend che stanno rivoluzionando molti settori, da quello dell’energia alla sicurezza, fino al property management.

GARANTIRE LA SICUREZZA, TRA NUOVE TECNOLOGIE E PRIVACY

I convegni realizzati in collaborazione con A.I.PRO.S. (Associazione Professionisti della Sicurezza) e l’associazione Laboratorio per la Sicurezza hanno permesso di approfondire l’evoluzione del ruolo del security manager e le innovazioni che ne stanno rivoluzionando la professione: dalle tecnologie per il rilevamento delle targhe all’uso dei dati biometrici, passando per le relative implicazioni in materia di privacy, conservazione dei dati e GDPR. 

ENERGY & FACILITY MANAGEMENT: COME EVOLVE IL REAL ESTATE

L’evento si è focalizzato su tematiche di attualità e urgenza come la gestione efficiente del patrimonio immobiliare e la necessità di ridurne l’impatto ambientale attraverso edifici a energia quasi zero (nZeb). Un momento di confronto importante con FIRE (Federazione nazionale per l’uso razionale dell’energia) e Federesco (Associazione delle energy service company).

LUMI Expo è stata inoltre un’occasione per fare il punto sull’evoluzione del real estate e del ruolo dei professionisti che vi operano: property e asset manager, ma anche facility ed energy manager, coinvolti da un processo di trasformazione radicale. Da evidenziare, tra gli altri, gli interventi di CBRE, la più grande società di consulenza immobiliare al mondo, di System Integrator di spessore come il Gruppo Filippetti o SCAI Dooh.it e di professori universitari come Angelo Ciribini dell’Università di Brescia e Stefano Bellintani del Politecnico di Milano. Tra le tematiche, si è parlato di digital estate e digitalizzazione degli immobili, di edifici cognitivi e responsivi, ma anche di big data, IoT e gestione innovativa del risk management nel building.

SMART CITY, PREMIATI I COMUNI PIÙ VIRTUOSI

Lo sguardo di LUMI Expo sul mondo delle smart city ha abbracciato anche alcuni esempi italiani virtuosi: all’interno dell’evento si è svolta infatti la XX edizione dell’Award Ecohitech, il premio alle Pubbliche Amministrazioni che, attraverso l’adozione delle nuove tecnologie, hanno ottenuto importanti risultati di eco-compatibilità, sostenibilità ambientale ed efficienza energetica.

Tra gli oltre 30 progetti candidati, il primo premio è stato assegnato al Comune di Torino “per l’approccio innovativo, le continue sperimentazioni nell’utilizzo di nuove tecnologie e l’apertura a progetti condivisi volti a risolvere problematiche urbane attraverso l’adozione di IoT e Intelligenza Artificiale”, per l’iniziativa Torino City Lab (TCL) e il Lab IoT, promossi dal Comune per supportare le attività di sviluppo e test di soluzioni innovative.

Il secondo premio è stato assegnato a Benetutti, un Comune di soli 2.000 abitanti in provincia di Sassari che ha saputo creare un sistema energetico autosufficiente con ricadute positive su tutto il territorio, mentre il terzo posto è andato al Comune di Cervia “per il processo di riqualificazione energetica dell’impianto di pubblica illuminazione con un risparmio del 73% (ovvero più di 4 GWh/anno)”.

Accanto alla presentazione dei casi di successo, sono state approfondite tematiche e modelli innovativi, come il Public Energy Living Lab di ENEA, per un monitoraggio dei consumi energetici a livello cittadino, e come l’approccio di economia circolare adottato da HERA Group.

LUMI EXPO E LO SGUARDO VERSO IL FUTURO

I due giorni di LUMI Expo hanno segnato l’inizio di un percorso volto a offrire una visione sui nuovi scenari tecnologici e sugli sviluppi del mercato a energy, facility e security manager e a tutti i professionisti della filiera dell’integrazione, che proseguirà nei mesi a venire attraverso iniziative online e momenti di networking. L’appuntamento con la prossima iniziativa in programma è per venerdì 13 dicembre, con il webinar dedicato agli energy manager dal titolo “Obbligo di monitoraggio energia per le aziende energivore”.

L’evento permetterà di approfondire gli aspetti normativi del monitoraggio energetico e di determinare come intervenire in modo efficiente per arginare gli sprechi, ottimizzare i processi e tagliare le spese legate all’energia. È possibile iscriversi al webinar a questo indirizzo: https://www.lumi4innovation.it/webinar-monitoraggio-energia/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.