Ristoranti ben illuminati: quando la luce ci fa mangiare sano!

Ristoranti ben illuminati: quando la luce ci fa mangiare sano! - Illuminotronica

Può l’illuminazione determinare quale tipo di cibo scegliamo?

Se decidiamo di mangiare in un ristorante ben illuminato abbiamo circa il 20% di probabilità in più di optare per degli alimenti sani. In compenso, se scegliamo un ristorante con luci soffuse, probabilmente mangeremo meno e molto più lentamente.

La ricerca

I risultati di una nuova ricerca sul Journal of Marketing Research* riporta che quelli che optano per mangiare in ambienti ben illuminati hanno il 20% circa di probabilità in più di ordinare degli alimenti sani, a differenza di coloro che consumano i loro pasti in ambienti meno luminosi.

Secondo i ricercatori questo effetto è dovuto principalmente al livello di attenzione dei commensali. In un ambiente luminoso ci sentiamo più attenti e focalizzati e quindi tendiamo a fare scelte più responsabili, ovvero cibo più sano.

Ambienti luminosi

Durante lo studio, i ricercatori hanno esaminato 160 clienti abituali di ristoranti presso 4 sedi diverse di una catena di ristoranti. Ii clienti seduti i un ambiente molto luminoso, erano più propensi a scegliere un menù salutare (ad esempio carne alla griglia, pesce al forno, verdure o carni bianche).

Ambienti con luci soffuse

Gli altri, quelli seduti in locali con meno luce, facevano scelte decisamente più impulsive (come il fritto o i dolci). E non è tutto! Hanno ordinato il 39% di calorie in più!

La spiegazione

Dalla ricerca è poi emerso che quando il grado di attenzione dei clienti aumenta, grazie ad esempio alla caffeina come placebo, anche quelli in ambienti con scarsa illuminazione finiscono per fare scelte più sane. Di qui, la constatazione finale, ovvero che il motivo principale per cui facciamo scelte più sane in spazi più luminosi è perché la luce aumenta il nostro grado di attenzione.

E quindi?

La luce nel settore della ristorazione è utilizzata soprattutto per creare atmosfera e per migliorare l’esperienza dei sensi, ed è per questo che molti ristoranti hanno delle luci soffuse. “Le luci abbassate non sono del tutto controindicate – spiega Brian Wansink, PhD, Direttore della Cornell Food e Brand Lab e autore del libro Mindless eating. Perché mangiamo senza pensarci? – anche se scegliamo dei cibi meno sani, in compenso mangiamo più lentamente, mangiamo di meno e  ci godiamo di più il nostro pasto”.

Quindi dove dobbiamo mangiare? Secondo il dottor Wansink basta esserene consapevoli e imporci di stare più attenti quando mangiamo in un luogo meno illuminato.

Lo Human-Centric Lighting sarà uno degli argomenti protagonisti di Illuminotronica. Segnati l’appuntamento, dal 29 novembre al 1 dicembre 2018, alla Fiera di Bologna.

Potrebbero interessarti anche:

 

*Ricerca a cura di: Dipayan Biswas, PhD, Professor at the University of South Florida; Courtney Szocs, PhD, Professor at Portland State University; Brian Wansink, PhD, Professor at Cornell University; and Roger Chacko, the Chief Marketing Officer at Carlson Rezidor Group of Hotels.